Autore Topic: Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.  (Letto 1411 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Spronato da Bic apro questo topic alla cieca, senza sapere se sul forum ci siano o meno utenti interessati all'argomento.

Ho dedicato - e dedico tutt'ora - gran parte della mia vita all'apprendimento e alla pratica del combattimento nelle sue diverse forme, stili, filosofie, applicazioni. Più vado avanti, più mi rendo conto di quanta confusione ci sia non solo tra i profani ma anche - e molte volte soprattutto - tra i praticanti.
Cos'è un'arte marziale? Cosa la differenzia da una tecnica di difesa, da uno stile di combattimento e da uno sport da ring?
Cosa differenzia uno stile esterno da uno stile interno?
Quali stili sono realmente efficaci al giorno d'oggi, e per cosa?
Quali arti marziali appartengono al retaggio culturale di un determinato paese?
Cosa distingue un allenamento efficace da uno inefficace? Come ci si prepara a uno scontro da strada e cosa lo differenzia da un match sul ring o da una situazione realmente estrema?
Queste sono solo alcune delle domande ricorrenti che spesso mi sento porre.

Ma arti marziali non sono solo sport o difesa sono, innanzitutto, un modus vivendi che volenti o nolenti cambia - o dovrebbe cambiare - le nostre abitudini, il nostro modo di vivere e di agire.

Se praticate o avete praticato un'arte marziale o uno sport di combattimento, se avete dubbi o curiosità o se desiderate condividere opinioni ed esperienze, fatevi avanti.

Offline Gargaros

  • Moderatore
  • Biro
  • *****
  • Post: 4966
  • "Ecate, figlia mia..."
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #1 il: 14 Maggio 2015, 23:35:50 »
Può il debole avere ragione sul forte grazie a una tecnica di combattimento?  :uhm:

E' una cosa che avrò visto in un trilione di film. Ma mi chiedo quanto sia credibile... Che dici, Sol?

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #2 il: 14 Maggio 2015, 23:53:34 »
Se per debole e forte intendi parametri meramente fisici direi assolutamente sì, nelle condizioni giuste.
Il brasilian jiu jitsu - ormai passato all'onore degli altari grazie alle MMA - ha portato questo principio come bandiera per anni.
Mitsuyo Maeda istruì Carlos e Helio Gracie sulle tecniche del Judo e del ne-waza (la lotta a terra tradizionale) e loro trasportarono queste arti nei tornei di vale tudo, battendo avversari ben più prestanti. Ovvio che è necessario creare una condizione per portare a terra l'avversario ma, una volta fatto, la conoscenza di leve e chiavi appianano le differenze fisiche.
A oggi il BJJ al di fuori dell'ambito sportivo è utilizzato, ad esempio, negli addestramenti di diversi corpi speciali, primo fra tutti il B.O.P.E. di Rio de Janeiro.
Questo è un mero esempio, il più attuale, ma ce ne sono parecchi (basti pensare all'Aikido).
« Ultima modifica: 14 Maggio 2015, 23:57:05 da Sol Weintraub »

Offline Bic

  • Tea C. Blanc
  • Amministratore
  • Tastiera digitale
  • ******
  • Post: 10513
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #3 il: 14 Maggio 2015, 23:55:15 »


Ma arti marziali non sono solo sport o difesa sono, innanzitutto, un modus vivendi che volenti o nolenti cambia - o dovrebbe cambiare - le nostre abitudini, il nostro modo di vivere e di agire.


Infatti ritengo l'arte marziale, nella sua accezione originale, una disciplina volta allo sviluppo psicofisico del praticante, e spirituale. Una pratica meditativa.


Grazie, Sol.
Sono sicura che, anche se nel forum in questo momento non c'è alcun praticante di arte dell'autodifesa o marziale, il topic sarà interessante.
Anche perché sei un conduttore esperto in varie tipologie di arti.


  Contatti:
bic@nuovasolaria.net
facebook: Tea C. Blanc

Offline Spoiler

  • Penna Stilografica
  • *
  • Post: 2221
  • Sesso: Maschio
  • La scelta è sempre mia
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #4 il: 15 Maggio 2015, 06:20:46 »
Io quest'estate intendevo cominciare a praticare qualcosa. Pensavo al kung fu, ma non sono sicuro che l'unica scuola(a 15-20 km da casa) sia affidabile.

So per certo che vi sono corsi di kara te e di mohai tai(non so scriverlo  :asd:). Qualcuno mi sa dare un breve excursus di queste tre discipline?
Intanto mi informerò per cercarne altre nella zona
—I fear not the man who has practiced 10,000 kicks once, but I fear the man who has practiced one kick 10,000 times.—

–Without love, without truth, there can be no turning back. Without faith, without hope, there can be no peace of mind–


spoiler.nuovasolaria@hotmail.com

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #5 il: 15 Maggio 2015, 07:49:52 »
È doverosa una premessa: non esiste un sistema migliore di un altro, esistono soltanto arti o sistemi più diretti (e quindi più efficaci nel breve termine).
Spoiler porta un buon esempio, forse il più lampante nel panorama italiano.
Karate e Kung Fu sono nomi generici, macro famiglie di stili che comprendono un fittissimo albero di scuole e sottoscuole. Sarebbe inutile scendere nel dettaglio senza conoscere quale di questi viene praticato nelle palestre da te citate, quindi parlerò in generale.
Entrambi sono ottime Arti sebbene di derivazione e concetto differente: il primo (di canonizzazione giapponese) è uno stile diretto e duro, il secondo (di origini cinesi) è morbido ed elegante. Entrambi sono caratterizzati da un'ampia gamma di tecniche e forme (kata o taolu).
Karate e Kung Fu condividono in medesimo problema: sono entrambe arti talmente complete e articolate da risultare efficaci solo dopo molta pratica. Inoltre, specie in Italia, sono spesso relegate a mere discipline sceniche, bella da vedersi ma poco applicative e questo, mi spiace dirlo, per colpa dei pessimi maestri che le praticano.
Esistono alcuni stili che sfatano queste parole: il kyokushinkay, l'hashiara karate o l'american kempo sono tra le arti più aggressive e devastanti presenti nel panorama marziale, con allenamenti durissimi, condizionamenti fisici e scontri a contatto pieno. Si ritorna alla necessità di dover conoscere cosa viene insegnato dalle tue parti.

La Muay Thai non è un'arte marziale, ma uno sport da ring derivante dalla Mae Mai Muay Thai o Muay Boran, il combattimento tradizionale tailandese.
È una disciplina aggressiva, molto efficace, diretta e molto valida a livello sportivo. Certo è che non possiede la raffinatezza e la profondità filosofica di un'Arte tradizionale.

Il mio consiglio è quello pensare a cosa tu stia cercando e cosa vorresti ricevere dalla pratica. Provare tutte e tre le opzioni e vedere in quale delle tre realtà ti trovi meglio.
Ho cercato di darti un'idea generale ma, nel caso, scenderò più nel dettaglio.

Offline Amore

  • Pennino
  • ******
  • Post: 819
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #6 il: 23 Giugno 2015, 17:48:47 »
Quali discipline difensive studiate per disarmare un malintenzionato esistono? E quali sono quelle più adatte a qualcuno che non ha mai praticato arti marziali? Mi interesserebbe approfondire questo argomento  :sisi:

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #7 il: 23 Giugno 2015, 17:59:55 »
Innumerevoli. Diciamo che ogni arte marziale, tradizionale e non, ha la propria parte dedicata al combattimento armato e, di conseguenza, alla difesa dallo stesso. Ovviamente, vivendo nel presente, e bene puntare l'occhio su quelle che effettivamente siano applicabili al giorno d'oggi con rapidità ed efficacia.
Per citare quelle, a mio parere, più efficaci:
- Kali Escrima (Arnis de Mano)
- Pencak Silat
- Krav Maga o comunque qualsiasi SdC di estrazione militare
Ma attenzione: il mio consiglio è, nel caso vi troviate di fronte a un aggressore armato, di provare a farlo ragionare o, nel caso questo sia impossibile, di cercare una via di fuga.
Questo perché - al di fuori di persone veramente addestrate a fronteggiare un avversario armato - la pericolosità anche per un praticante è troppo elevata e non vale il rischio. Questo perché, soprattutto, la minaccia armata è qualcosa che tocca le corde profonde della nostra psiche. E' quindi impossibile sapere come reagiremo o non reagiremo in una simile situazione. Il rischio è di rimanere impalati a fare da bersaglio.
Ottimo quindi avere la conoscenza di come poterci difendere in caso di aggressione armata, pessimo il metterlo in pratica se non come ultima risorsa.

Offline tontonlino

  • Pennino
  • ******
  • Post: 650
  • Sesso: Maschio
  • tontonlino con la N (correggete)
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #8 il: 23 Giugno 2015, 18:15:12 »
Prima di ogni gara sportiva assistiamo al rito del saluto. Nel calcio, per esempio, le squadre sfilano una davanti all'altra per una veloce stretta di mano.
In una disciplina marziale, vedo che le cose si complicano leggermente: anche per un semplice allenamento, prima di salire sul tatami, si saluta il tatami stesso, poi si salutano le persone con cui ci si dovrà allenare e, alla fine si saluta di nuovo e si ringrazia.
Ecco, tutto questo cerimoniale quali effetti potrebbe avere su un giovane di cultura occidentale?
"Da quando abbiamo la televisione in casa, prendiamo i nostri pasti tutti dallo stesso lato del tavolo, come nell'ultima cena di Leonardo da Vinci"

Marcel Pagnol

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #9 il: 23 Giugno 2015, 19:04:14 »
Il cerimoniale aiuta a instradare a concetti quali disciplina, ordine, gerarchia e rispetto. Valori che, purtroppo, stanno scomparendo. A tal proposito ricordo una domanda fatta al Generale Franceschi sull'utilità del cerimoniale militare, la sua risposta fu semplice: "è un esercizio di volontà".
Nel libro che, forse, ha segnato di più la mia vita - Lezioni spirituali per giovani samurai di Yukio Mishima - l'Immortale affronta proprio la questione dell'etichetta (in quel caso riferita al Kendo) e di come essa non sia foriera di asservimento all'altrui volontà ma un comportamento nobile, anzi virile, emblematico di uomini degni di tale nome.

Offline Owis

  • Matita
  • *****
  • Post: 423
  • «È solo programmazione.»
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #10 il: 24 Giugno 2015, 00:06:21 »
Beh... io mi sono allenato un paio di anni nella Thay boxe e continuo tuttora con una disciplina molto più leggera e meno impegnativa, ho dovuto rallentare per via dello studio ma voglio continuare a tenermi sempre pronto.
Il Krav maga se non sbaglio è utilizzato dalle forze israeliane ed è ottima come difesa da strada, il che m'interessa molto.


«L’eroe non è colui che non cade mai, ma colui che una volta caduto trova la forza di rialzarsi»

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #11 il: 24 Giugno 2015, 00:10:14 »
Riguardo il Krav Maga ti copio quanto risposto da me altrove:

Citazione
Mi sono addestrato nel Krav Maga fino alla nausea, per dovere. Mi sono battuto per inserire nei nostri training di allenamento discipline a mio dire molto più efficaci come, ad esempio il kali filippino o il pencak silat indonesiano. Ma è ovvio che queste arti non hanno senso al di fuori di un contesto di neutralizza/uccidi.
Il nostro istruttore in Corsica era (ora è in pensione) un ex operativo del seyeret golani, beh, lui ha sempre sostenuto che la pratica del krav maga al di fuori delle forze armate è assolutamente inutile. Non solo perché il 90% dei suoi principi sono studiati per far fronte a situazioni di close combat estremo, ma perché il suo stesso allenamento è impraticabile da chi non sia un operativo a tempo pieno.
In Italia, ad esempio, il Krav Maga non è riconosciuto dal CONI quindi nessun istruttore è certificato a insegnarlo o a trasmetterne i gradi. Idem dicasi per diversi altri paesi stranieri. Chi dice di essere addestrato nel Krav Maga/Kapap di solito ne pratica una forma edulcorata, parziale e perfettamente inutile (o almeno non più utile di qualsiasi training in un altro stile di combattimento/sport da ring).

Offline Daniel Von Evol

  • Penna Stilografica
  • *
  • Post: 1503
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #12 il: 24 Giugno 2015, 13:42:55 »
Complimenti per la tua preparazione  :ahsisi:

Vincitore Torneo mensile VII Ediz.,Vincitore pari merito Drabble 20,Vincitore pari merito 250 Caratteri 6 Ediz.,Vincitore pari merito 250 Caratteri 3 Ediz.,Vincitore 250 Caratteri 2 Ediz.,Vincitore 5° Torneo Haiku/Senryu,Vincitore 7° Torneo Haiku/Senryu,Vincitore Drabble 11, Raccontare la notizia 1°,Vincitore Drabble 6,
Vincitore 3° Torneo Haiku/Senryu,Tournament of song:Thrash Metal 2° ediz., Esercizi di stile (2°),
Best Utente Giugno 2015,Gioco dell'anagramma II
Gioco dell'anagramma V,Vincitore Drabble XXIII, Vincitore pari merito Contest Erotico-Estate 2016, Vincitore 250 Caratteri 8, Vincitore 250 Caratteri 9, Vincitore 250 Caratteri 10


Die when you die when you die you're gonna die
Die when you die when you die you're gonna die
(GG Allin)

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #13 il: 24 Giugno 2015, 13:55:06 »
Grazie Daniel, anche se, oltre alla passione, molta della conoscenza dell'argomento è dovuta a necessità lavorative.

Offline Amore

  • Pennino
  • ******
  • Post: 819
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #14 il: 25 Giugno 2015, 23:43:51 »
Grazie per le indicazioni Sol, me li vedrò giusto per curiosità.

Offline Owis

  • Matita
  • *****
  • Post: 423
  • «È solo programmazione.»
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #15 il: 27 Giugno 2015, 20:10:09 »
Mi sono battuto per inserire nei nostri training di allenamento discipline a mio dire molto più efficaci come, ad esempio il kali filippino o il pencak silat indonesiano.

Maddo... Le tecniche del Silat prendono ispirazione dagli animali, tigre, squalo, orso, aquila, coniglio... Come nei film, fichissimo  :ph34r:


«L’eroe non è colui che non cade mai, ma colui che una volta caduto trova la forza di rialzarsi»

Offline Calvinator2

  • Penna Stilografica
  • *
  • Post: 2008
  • Sesso: Maschio
  • Regno delle Storie: principiante novizio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #16 il: 27 Giugno 2015, 20:18:42 »
Maddo... Le tecniche del Silat prendono ispirazione dagli animali, tigre, squalo, orso, aquila, coniglio... Come nei film, fichissimo  :ph34r:

dobbiamo farci inseganre da sol un giorno
Io che l’ho capito dal principio il motivo per cui ora scrivo.
Che ho fallito il mio suicidio però sono recidivo.

Offline Sol Weintraub

  • UTENTE BANNATO
  • Pennino
  • ******
  • Post: 764
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #17 il: 28 Giugno 2015, 21:29:16 »
Quasi tutte le arti tradizionali prendono ispirazione da aspetti naturali. Se vi interessa posso farvene una panoramica.

Offline Bic

  • Tea C. Blanc
  • Amministratore
  • Tastiera digitale
  • ******
  • Post: 10513
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #18 il: 14 Agosto 2015, 08:35:43 »
 :ahsisi:

  Contatti:
bic@nuovasolaria.net
facebook: Tea C. Blanc

Offline Daniel Von Evol

  • Penna Stilografica
  • *
  • Post: 1503
  • Sesso: Maschio
Re:Arti Marziali. Tecniche di combattimento. Sport da ring.
« Risposta #19 il: 14 Agosto 2015, 11:06:45 »
 :pazzo:
Mi ha brasato...

Promette bene il piccolo... :ph34r:

Vincitore Torneo mensile VII Ediz.,Vincitore pari merito Drabble 20,Vincitore pari merito 250 Caratteri 6 Ediz.,Vincitore pari merito 250 Caratteri 3 Ediz.,Vincitore 250 Caratteri 2 Ediz.,Vincitore 5° Torneo Haiku/Senryu,Vincitore 7° Torneo Haiku/Senryu,Vincitore Drabble 11, Raccontare la notizia 1°,Vincitore Drabble 6,
Vincitore 3° Torneo Haiku/Senryu,Tournament of song:Thrash Metal 2° ediz., Esercizi di stile (2°),
Best Utente Giugno 2015,Gioco dell'anagramma II
Gioco dell'anagramma V,Vincitore Drabble XXIII, Vincitore pari merito Contest Erotico-Estate 2016, Vincitore 250 Caratteri 8, Vincitore 250 Caratteri 9, Vincitore 250 Caratteri 10


Die when you die when you die you're gonna die
Die when you die when you die you're gonna die
(GG Allin)