Autore Topic: [Casa - lifestyle] Arredamento, alternative al legno  (Letto 359 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline tontonlino

  • Pennino
  • ******
  • Post: 629
  • Sesso: Maschio
  • tontonlino con la N (correggete)
[Casa - lifestyle] Arredamento, alternative al legno
« il: 12 Agosto 2017, 11:40:10 »

È sufficiente vagare tra i reparti di un gran magazzino per accorgersi che, in fatto di arredamento, qualcosa è cambiato negli ultimi anni. Mi riferisco ai vari scaffali ed espositori che troneggiano nei reparti. Alcuni sono dell’ormai classico plexiglas, altri di plastica o di metallo, ma troviamo sempre più spesso dei presentatori in cartone che, in qualche caso, imitano alla perfezione quelli di legno. Scopriamo così che esistono degli artisti che dedicano ai mobili in cartone la loro arte e la loro creatività, e non parlo di soli mobili da supermercato, ma anche di mobili (cassettiere, librerie, sedie, sgabelli, comodini e altri) che farebbero un figurone a casa nostra. Mobili peraltro in grado di reggere pesi, anche se non eccessivi. Interessante a questo riguardo i test realizzati dalla ditta francese Orika.

Tuttavia, il cartone è ancora lungi dal sostituire il legno nelle case, forse per i comprensibili pregiudizi nei suoi confronti nonostante una buona verniciatura lo renda in grado di resistere all’umidità e, quando viene ignifugato, sia conforme alle norme di sicurezza antincendio.

Lo troviamo per lo più sotto forma di totem pubblicitari, di banconi, di paravento, di tavole basse, oltre che nei negozi, nelle show room e negli stand delle fiere. Più leggero del legno, il cartone è facilmente trasportabile e permette un trasloco veloce.

Totem pubblicitario in cartone


Bancone in cartone


Paravento in cartone



Gabbia in cartone



Tavolini in cartone



Tavolino in cartone



Portabottiglie in cartone



Poltroncina in cartone



Poltrona in cartone


Un altro materiale sempre più usato tra i nostri amati reparti è il polistirolo. Molti espositori sono fatti con questo materiale che per la sua duttilità si presta alla produzione di vari oggetti, anche d’arte. In un centro commerciale della mia città sono esposte le riproduzioni di alcune statue di epoca nuragica: mi riferisco ai famosi giganti di Mont’e Prama. Nelle case possiamo trovare qualche mobile, ma per lo più questo materiale viene usato nei complementi d'arredo e le decorazioni.


Guerriero di Mont'e Prama in polistirolo



Cassettiera in polistirolo



Libreria in polistirolo



Mensola in polistirolo



Mensola in polistirolo



Divano in polistirolo


È anche possibile trovare dei mobili fatti in cartongesso, lo stesso che tradizionalmente serve a dividere gli ambienti o a isolare dei muri troppo permeabili al freddo o al rumore, è utilizzato ora nella creazione di librerie, di porta televisori, di contro soffittature. Questo materiale, leggero, facilmente lavorabile, è sempre più frequente nelle nostre case.


Libreria in cartongesso



Libreria e porta Tv in cartongesso



Camino rivestito con cartongesso


La cartapesta non è più da presentare, ma se crediamo che questo materiale serva solo a realizzare le maschere di carnevale allora sbagliamo. Oltre che alla creazione di statuette e varie altre opere d’arte la cartapesta è da tempo utilizzata nella realizzazione dei nostri cari mobili.


Credenze in cartapesta



Poltrona in cartapesta



Sedia in cartapesta



Panca in cartapesta


In quanto ai mobili in vetro, in resina o in cemento ci abbiamo ormai fatto l’abitudine e nell'attesa del divano di nuvola sprofondiamo beati in uno di gomma.


Divano in gomma



Cloud levitating sofa

Ovviamente, la mobilia realizzata con questi finora improbabili materiali non è generalmente reperibile nei negozi sotto casa. Internet diventa perciò indispensabile per degli acquisti di questo genere. Sempre in rete possiamo trovare degli utili consigli, o addirittura delle guide e dei corsi online, per gli addetti del fai da te.

« Ultima modifica: 12 Agosto 2017, 11:45:50 da tontonlino »
"Da quando abbiamo la televisione in casa, prendiamo i nostri pasti tutti dallo stesso lato del tavolo, come nell'ultima cena di Leonardo da Vinci"

Marcel Pagnol