Autore Topic: Israel Joshua Singer  (Letto 481 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Geppe

  • Moderatore
  • Pennino
  • *****
  • Post: 967
  • Sesso: Maschio
Israel Joshua Singer
« il: 25 Settembre 2016, 21:52:54 »

Finalmente trovo il tempo di aprire un topic su uno dei miei autori preferiti.
Israel J. Singer, fratello del premio nobel per la letteratura Isaac B. Singer, è uno scrittore polacco e uno dei maggiori esponenti della scrittura in lingua yiddish. In Italia è stato riscoperto solamente da poco, con le edizioni dei suoi libri da parte di Adelphi e in versione economica dalla Newton Compton.
Il mio primo approccio con l'autore è successo quasi per caso quando per il compleanno mi hanno regalato La famiglia Karnowski e non sono riuscito a staccarmi dalla lettura fino all'ultima pagina. Il romanzo racconta la storia di tre generazioni di una famiglia ebraica che immigra in Germania dalla Polonia e deve affrontare entrambe le guerre. Libro strepitoso, narrato in maniera impeccabile, un classico che finalmente sta ricevendo il successo che merita. In seguito ho recuperato il suo libro d'esordio, Yoshe Kalb, altro libro splendido.
Insomma, consiglio vivamente la lettura di questo autore!


Posto alcuni commenti che avevo fatto su i due romanzi letti.



La famiglia Karnowski

"La famiglia Karnowski narra le vicende di tre generazioni della famiglia Karnowski, David, Georg e Joachim Georg, partendo dalla Polonia per poi trasferirsi a Berlino e infine a New York. Il tutto sotto l'ombra lunga e pesante di un antisemitismo che continua a crescere.
Le vicende si allargano anche ad altri esponenti della società ebraica di allora, regalandoci un romanzo corale brillante, interessante, ma comunque intimo dove si possono leggere fra le righe le teorie appena nate della psicanalisi. Non manca neppure la solita ironia che contraddistingue gli autori ebrei, costringendoci più volte a risate a denti stretti e allo stesso tempo il libro è pieno di quella malinconia di chi ha perso inesorabilmente qualcosa.
Insomma, un grande classico da leggere e riscoprire. Personalmente leggerò ancora molto di quest'autore."



Yoshe Kalb

"Finito Yoshe Kalb, primo romanzo di Israel J. Singer. Il libro tratta la storia di Yoshe Kalb (Nahum) che da solo porterà scompiglio nella comunità ebraica della galizia, dell'Austria, della Polonia e della Russia. Nella sua storia di uomo errante, emarginato non si può faticare a vedere tutto il popolo di Israele, senza una vera patria e oppresso ormai da una religione che si fa quasi superstizione, dove la corruzione, la lussuria dilaga anche nei luoghi più sacri e nelle corti dei rabbini, e il tutto si conclude in un finale in certo senso ironico, quasi grottesco.
Davvero un ottimo libro che sottolinea la bravura dell'autore nel creare queste opere corali, mettendo in luci tutte le ombre del popolo ebraico, con la loro fede, le usanze e contraddizioni. Consigliato"


Link consigliati:
Articolo uscito su LaStampa online: http://www1.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cultura/201004articoli/53772girata.asp
Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Israel_Joshua_Singer
« Ultima modifica: 26 Settembre 2016, 19:56:51 da Geppe »
But do you have what it takes to be invited into the divine council?


NIKE64

  • Visitatore
Re:Israel Joshua Singer
« Risposta #1 il: 28 Settembre 2016, 16:57:54 »
Confesso di non aver mai letto nulla di questo autore, ma dopo questa presentazione sarà inevitabile cominciare.
Grazie :clapclap:

Offline Geppe

  • Moderatore
  • Pennino
  • *****
  • Post: 967
  • Sesso: Maschio
Re:Israel Joshua Singer
« Risposta #2 il: 28 Settembre 2016, 19:57:29 »
Confesso di non aver mai letto nulla di questo autore, ma dopo questa presentazione sarà inevitabile cominciare.
Grazie :clapclap:


Non te ne pentirai  :]
But do you have what it takes to be invited into the divine council?


Offline Gargaros

  • Moderatore
  • Biro
  • *****
  • Post: 4966
  • "Ecate, figlia mia..."
Re:Israel Joshua Singer
« Risposta #3 il: 28 Settembre 2016, 22:22:23 »
Confesso di non aver mai letto nulla di questo autore, ma dopo questa presentazione sarà inevitabile cominciare.
Grazie :clapclap:

Concordo.