Autore Topic: The Forecaster  (Letto 322 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline barabba

  • Moderatore
  • Pennino
  • *****
  • Post: 542
  • Sesso: Maschio
  • Non egere felicitate felicitas vestra est
The Forecaster
« il: 17 Settembre 2015, 20:10:27 »
Per chi vuole andare al cinema, un film documentario su di un bel personaggio, Martin Armstrong, con una vicenda che getta un po' di luce sul mondo della finanza oggi.
The Forecaster

Offline La Vic

  • UTENTE BANNATO
  • Matita
  • *****
  • Post: 495
  • Sesso: Femmina
Re:The Forecaster
« Risposta #1 il: 18 Settembre 2015, 00:01:09 »
Sarei curiosa di sapere quanti cinema lo proietteranno. Qui da me, tabula rasa (ma, per dire, non hanno neppure proiettato l'ultimo anime dello Studio Ghibli, quindi...).
Detto questo, l'ho comunque visto "di straforo" (teniamoci sul vago).
Interessante, ma con riserva. Sia sul personaggio trattato che sul modo di presentarne l'opera.
Martin Armstrong è sicuramente una figura carismatica e interessante. I suoi modelli sui movimenti macroeconomici sfiorano la preveggenza (crollo del Nikkei nel '89 e il collasso russo del '98, per citarne un paio), varie organizzazioni mondiali lottano per scoprire il segreto del suo "Codice Pi". Verità o mistificazione?
L'interesse e la vessazione da parte del governo americano (e di altre importanti istituzioni) farebbero presupporre di sì e Vetter e Steinberger (i registi) lo urlano a ogni inquadratura. E' questo che mi ha lasciata perplessa.
The Forecaster mi è sembrato più interessato a santificare (anzi, a martirizzare) Armstrong, olocausto posto sull'altare a stelle e strisce, piuttosto che a mostrare realmente le dinamiche del suo operato.
Tutto, dalle spiegazioni degli algoritmi, al racconto struggente degli anni di carcere, alle interviste con i protagonisti, sono semplici esplicazioni. Non esiste dibattito, non esiste confutazione.
Alla fine sono rimasta con un bagaglio di nozioni notevoli, una figura delineata in maniera precisa e, parolone, avvincente, ma comunque parziale, senza quel contraltare che mi avrebbe permesso di estrapolare una mia visione delle cose.

Nonostante tutto lo consiglio, se guardato con senso critico, e ringrazio Barabba per averlo riportato.

Offline Bic

  • Tea C. Blanc
  • Amministratore
  • Tastiera digitale
  • ******
  • Post: 10514
Re:The Forecaster
« Risposta #2 il: 18 Settembre 2015, 09:43:21 »
Due importanti interviste a proposito di Martin Armstrong > http://bardina.org/nw/escrits/martin-armstrong-due-interviste-it.htm
  Contatti:
bic@nuovasolaria.net
facebook: Tea C. Blanc

Offline barabba

  • Moderatore
  • Pennino
  • *****
  • Post: 542
  • Sesso: Maschio
  • Non egere felicitate felicitas vestra est
Re:The Forecaster
« Risposta #3 il: 18 Settembre 2015, 13:30:28 »
Ancora ciao a Vic e a Bic.
Parto dalle interviste, dove mi pare che Armstrong dica cose un po' scontate, e risapute, sull'euro e la ciclicità del crisi, e sulla crisi economica del III secolo. Quella della diminuzione del saggio d'oro e argento per aumentare la massa monetaria è cosa nota. L'effetto fu di provocare, sul lungo periodo, una inflazione galoppante.
In realtà il film documentario è utile, e l'ho consigliato per questo, per far capire come funzionano i mercati oggi e in quali mani si trova l'economia mondiale.
Un paio d'anni fa un personaggio del calibro di Warren Buffet in un'intervista disse: " La lotta di classe esiste. E i ricchi l'hanno vinta".
Già ebbi modo di scriverlo nel pezzo di Ethan. Il capitalismo vive di crisi, sono scritte nel suo DNA. Prevedere le crisi non serve alle classi egemoni, perché la ricchezza si distrugge in basso e si redistribuisce in alto. Sempre.
A presto